Stampa rotocalco e flexografia

La flessografia è un sistema di stampa rilievografico e si basa sul trasferimento di inchiostro a matrici in polimero con grafismi in rilievo che trasferiscono l’inchiostro al supporto da stampare. La stampa flessografica è ideale per piccole tirature: i tempi di set-up sono infatti ridotti e le matrici di stampa in polimero più economiche rispetto alla stampa rotocalco.

La stampa rotocalco è un sistema di stampa incavografico: si basa sul trasferimento di inchiostro a cilindri metallici incisi con piccoli alveoli dai quali l’inchiostro viene rilasciato al supporto da stampare. Il motivo principale della brillantezza della stampa rotocalco è dato dal fatto che l’inchiostro non viene pressato (tipografia) o stampato per rimbalzo (offset) ma prelevato dal supporto mantenendo le caratteristiche di brillantezza e coprenza. La stampa rotocalco mira a rendere l’imballo più appetibile da un punto di vista estetico e attirare l’attenzione del consumatore; è ideale per medie e lunghe tirature.